Oro per la vipera. Poesie di Diana Maat

Nuove scoperte su Nuove Finzioni !

Nuove Finzioni

oro

Scelsi vallate amorose
di sapienza,
per tramutarmi in cibo.
Ero un granello d’oro
per la vipera nutrita
in un frutteto di giubilo.
Fluiva da seni lunari,
un sangue di zaffiro delicato,
sul granato rosso.
E tu mangiavi tra i rovi,
un lembo succulento di cuore,
dalle mani di Caino.

*

Non ho memoria d’ambrate
abbazie,
né d’inviolati alveari,
né del rubino,
né della quiete.
Ma eri un bellissimo fiore
di giungla,
nato sullo strappo delle cartilagini.
E mentre ti guardavo
scalpitavo,
tra le mani un vello insanguinato,
sul pavimento altero,
di luci e acquamarina.

*

In nome dell’aurora avrò un diadema
di rugiada,
parlerò la lingua del Tremendo.
Apprenderò la geometria
del piano ultraterreno,
l’apprenderò in silenzio,
perché sono una bambina.

***

View original post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...