Rainer Maria Rilke – Penna e spada (un dialogo)

Ferito a morte

Cosa succede se una penna e una spada comunicano tra loro? 

Un dialogo diretto da Rainer Maria Rilke.

_____

Una spada se ne stava nell’angolo di una stanza. La superficie lucente della lama d’acciaio, toccata dal raggio di sole, brillava d’un bagliore rossastro. Con fierezza la spada si guardò intorno; vide che tutto si pasceva del suo splendore. Tutto? Eppure no! Là sul tavolo, appoggiata inoperosa a un calamaio, c’era una penna, a cui non passava neanche per la mente di inchinarsi davanti alla maestà scintillante di quell’arma. La spada si indispettì e incominciò dunque a parlare:

«Ma chi sei tu, spregevole cosa, per non inchinarti come gli altri, piena d’ammirazione, dinnanzi al mio fulgore? Guardati attorno! Tutti gli oggetti, deferenti, rimangono avvolti nella profonda oscurità. Soltanto me, me, il chiaro sole ristoratore ha scelto come sua favorita; mi rianima con le fiamme del suo bacio voluttuoso, e io lo ripago…

View original post 725 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...